antelitalia

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
UN IMPORTANTE CORSO DI AGGIORNAMENTO per ingrandire clicca immagine
CORSO DI FORMAZIONE - SALERNO


Inizia a Settembre a Salerno un importante Corso ddi aggiornamento rivolto ai tecnici delle Amministrazioni pubbliche ed ai professionisti che operano nel campo della edilizia e urbanistica.
Le lezioni saranno tenute da esperti dl Settore e di comprovata conoscenza professionale sui temi trattati.
Un ringraziamento particolare va al Comune di Salerno che ha messo a disposizione la sala convegni e ha dato ampia collaborazione per la realizzazione del progetto.

Ci rendiamo conto che il mese di agosto è normalmente dedicato alle ferie , ma volendo iniziare in tempo utile le lezioni ci siamo visti costretti a ridurre i tempi di iscrizione e quindi chiedere a chi volesse partecipare di prenotare per tempo e dare la propria adesione.

La locandina del corso completa la trovate cliccando  qui.


per ulteriori info contattare

Dr. Ing. Massimiliano NOSENZO
cell. +39 347 6526350
Referente Scientifico

DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014, n. 90

                                                Art. 1

(Disposizioni  per  il   ricambio   generazionale   nelle   pubbliche
                         amministrazioni)


 1. Sono abrogati l'articolo 16 del decreto legislativo 30  dicembre
1992, n. 503, l'articolo 72, commi 8, 9,  10,  del  decreto-legge  25
giugno 2008, n. 112, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  6
agosto 2008, n. 133, e l'articolo 9. comma 31, del  decreto-legge  31
maggio 2010, n. 78, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  30
luglio 2010, n. 122.
 2. Salvo quanto previsto dal comma 3, i trattenimenti  in  servizio
in essere alla data di entrata in vigore del  presente  decreto  sono
fatti salvi fino al 31 ottobre 2014 o  fino  alla  loro  scadenza  se
prevista in data anteriore.  I  trattenimenti  in  servizio  disposti
dalle amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma  2,  del
decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e non ancora efficaci alla
data di entrata in vigore del presente decreto-legge sono revocati.
 3.  Al  fine  di  salvaguardare  la  funzionalita'   degli   uffici
giudiziari, i trattenimenti  in  servizio  dei  magistrati  ordinari,
amministrativi, contabili,  militari  nonche'  degli  avvocati  dello
Stato, sono fatti salvi sino al 31 dicembre 2015  o  fino  alla  loro
scadenza se prevista in data anteriore.
 4. Al fine di garantire l'efficienza e l'operativita'  del  sistema
di difesa e sicurezza nazionale, le disposizioni di cui  al  comma  1
non si applicano ai richiami in servizio di cui agli articoli  992  e
993 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 fino al 31  dicembre
2015.
 5.  Le  disposizioni  di  cui  all'articolo  72,  comma   11,   del
decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con  modificazioni,
dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, si applicano  al  personale  delle
pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto
legislativo 30  marzo  2001,  n.  165,  e  successive  modificazioni,
inclusi il personale  delle  autorita'  indipendenti  e  i  dirigenti
medici  responsabili  di  struttura  complessa,  tenuto  conto,   con
riferimento ai soggetti che maturano i requisiti per il pensionamento
a decorrere dal 1° gennaio 2012, della rideterminazione dei requisiti
di accesso al pensionamento come disciplinata dall'articolo 24, commi
10 e 12, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,  n.  214,  e  successive
modificazioni.
 6. All'onere derivante dal presente articolo pari a 2,6 milioni per
l'anno 2014, 75,2 milioni per l'anno 2015, 113,4 milioni  per  l'anno
2016, 123,2 milioni per l'anno  2017  e  152,9  milioni  a  decorrere
dall'anno 2018, si provvede con le seguenti modalita':
 a) all'articolo 1, comma 427, della legge 27 dicembre 2013, n. 147,
come modificato dall'articolo 2, comma  1,  lettera  b)  del  decreto
legge del 28 gennaio 2014 n. 4, convertito, con modificazioni,  dalla
legge 28 marzo 2014, n. 50, le parole: "a 1.372,8 milioni di euro per
l'anno 2015, a 1.874,7 milioni di euro per gli anni 2016 e 2017  e  a
1.186,7 milioni di euro a decorrere dall'anno 2018"  sono  sostituite
dalle seguenti: "a 1.448 milioni di euro per l'anno 2015,  a  1.988,1
milioni di euro per l'anno 2016, a 1.997,9 milioni di euro per l'anno
2017 e a 1.339,6 milioni di euro a decorrere dall'anno 2018";
 b) all'articolo  1,  comma  428,  primo  periodo,  della  legge  27
dicembre 2013, n. 147, come  modificato  dall'articolo  2,  comma  1,
lettera c) del decreto legge del 28 gennaio 2014  n.  4,  convertito,
con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2014, n.  50,  le  parole  "a
1.028,8 milioni di euro per l'anno 2015, a 1.186,7 milioni di euro  a
decorrere dal 2016" sono sostituite dalle seguenti "a  1.104  milioni
di euro per l'anno 2015, a 1.300,1 milioni di euro per l'anno 2016, a
1.309,9 milioni di euro per l'anno 2017 e a 1.339,6 milioni di euro a
decorrere dal 2018";
 c) l'allegato 3 alla legge 27 dicembre 2013, n. 147, e'  sostituito
dall'allegato 1 al presente decreto;
 d) quanto a 2,6 milioni di euro per l'anno 2014 con  corrispondente
riduzione dell'autorizzazione di spesa di cui all'articolo  9,  comma
8, del decreto-legge n. 30  dicembre  1997,  n.457,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 27 febbraio 1998, n. 30.
 7. Il Ministro dell'economia e  delle  finanze  e'  autorizzato  ad
apportare con propri decreti le occorrenti variazioni di bilancio.

SIENA -P.ZA del Palio
 

DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014, n. 90
Art. 13


                 (Incentivi per la progettazione)

 1. All'articolo 92 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n.  163,
dopo il comma 6 e' aggiunto il seguente:  "6-bis.  In  ragione  della
onnicomprensivita' del relativo trattamento economico,  al  personale
con qualifica dirigenziale non possono essere  corrisposte  somme  in
base alle disposizioni di cui ai commi 5 e 6.".

IL NOSTRO PARERE



Dalla lettura dell'articolo n. 13 del D.L. per il momento la ventilata abrogazione dovrebbe riguardare esclusivamente i Dirigenti, ma sapendo che sovente quel che appare non è...e che molte volte quello che sembra uscito dalla porta in realtà rientra poi dalla finestra...Noi come ANTEL saremo molto attenti a quello che succede pronti ad attivare tutte le iniziative che si rendessero necessarie.....

Cari politici  Vi teniamo d' occhio.....

ABROGAZIONE MERLONI

Richiesto incontro urgente al Presidente dell' ANCI , On. Piero FASSINO....

Richiesto incontro urgente al Presidente ANPCI Dott.ssa Franca  BIGLIO...



GRAZIE


Un sentito grazie a tutti i colleghi che in questi giorni ci hanno scritto in risposta alle nostre mail e che ci hanno incoraggiato a proseguire nella nostra azione che per il momento è stata comunque positiva.
Prossimamente gli sviluppi li troverete su Orgoglio Tecnico che sarà distribuito nei primi giorni di luglio....

 
 
 
 
 
 
Powered by: www.studiocataldi.it
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu